Libro Clessidra

IL PAESE DELLE COCCINELLE / UNA RIVOLTA IN PARADISO




€ 12,50


SCHEDA

Dopo anni di fruttuosi e entusiasmanti incontri con gli alunni nelle scuole di ogni ordine e grado e grazie anche ai loro preziosi consigli, nasce questo testo, in realtà due testi uniti come una simbolica clessidra che per continuare a segnare il tempo deve essere capovolta, che è stato strutturato per interventi didattici e formativi per un’educazione alla salute senza soluzioni di continuità, così come essa è concepita in una scuola moderna, che sa organizzare e strutturare l’inizio di un progetto, ne stabilisce i presupposti  della sua continuità, ma  ne sa impostare e controllare  in anticipo anche  le soluzioni finali, per garantirsene l’efficacia.
Tutto questo sfruttando la strategia più moderna dell’educazione/formazione, quella della “narrazione”, che attraverso la sollecitazione delle energie emozionali dell’individuo, ne catalizzano la  piena disponibilità  al processo del cambiamento.
Di qui l’idea di pubblicare un lavoro di realizzato da un medico specialista in materia di tabagismo che contiene creazioni letterarie come solo nella narrazione possiamo trovare: filastrocca, poesia, monologo, racconto, testo teatrale da offrire ai due “attori veri” educatore/educando, per la creazione dello spazio narrante che la Nannicini splendidamente definisce come “lo spazio dove compare una voce narrante e un desiderio di ascoltare”.
Ecco che la narrazione diviene un passaggio obbligato se solo si tiene conto del bellissimo rapporto che lega l’uomo alla parola: deve esserne rimasto affascinato da sempre se in tante civiltà e religioni ne ha percepito una sorta di sacralità tanto da attribuirle il significato di strumento della creazione divina.
Weinrich dà valenza ad uno strumento così potente come il linguaggio tanto da affermare che “la parola, narrando, diviene uno strumento di formazione, di educazione, di cambiamenti psichici”.
Anche Buner ritiene la narrazione strumento di formazione, ma a darci il vero senso del racconto che affascina è Todorov quando afferma che “la narrativa letteraria “congiuntivizza la realtà, ed anche se il mondo congiuntivizzato non è confortevole, pure è un mondo stimolante che tiene il familiare a stretto contatto con il possibile”.
Ecco che con la narrazione i messaggi cessano di essere frontali e lineari come quelli in uso nella scuola e che difficilmente come tali sono accettati dai ragazzi, e … la narrazione diviene quindi uno strumento idoneo per una comunicazione efficace considerando tra l’altro che è lo strumento più naturale dell’apprendimento umano e può permettere il passaggio da un informazione a carattere dissuasiva ad una informazione a carattere persuasiva.
E’ un passaggio importante perché mentre il dissuadere è il distogliere da un proposito, il persuadere è il conseguire l’approvazione e la fiducia attraverso un’opera personale di convincimento e per l’educatore raggiungere questo consenso significa garanzia di essere accettato e con lui anche le proposte formulate.
E’ questo l’obiettivo a cui devono mirare i formatori e gli educatori sperando poi che i ragazzi dicano di loro ciò che Bruner dice di miss Orcutt, la sua insegnante: “mi invitava ad ampliare il  mondo dei miei stupori  fino a comprendere il suo” … e questo obiettivo  può essere raggiunto solo se non si è un semplice “mezzo di trasmissione di conoscenze, ma un evento umano”.
E comunque l’attuazione di questo progetto può essere l’occasione per mandare segnali di … fumo sul tabagismo in modo gentile, poco invadente e delicato.
 

Autore:  

Nicola Partipilo, medico specialista  in pneumotisiologia, fisiopatologia respiratoria e cardiologia, dirigente del centro di riferimento per la lotta al tabagismo della ASL / BA.

ARGOMENTI

DATI TECNICI:

Formato: 17x24

Pagine: 128

A mo’ d’esempio si riportano per intero due racconti per illustrare  la struttura del libro:

Il Paese delle Coccinelle
Pensieri per un figlio che nasce